Il Sistema Telematico Acquisti Regione Lazio (S.TEL.LA) è la piattaforma di e-procurement gestita da Regione Lazio, atta a garantire, tramite la centralizzazione degli acquisti, l'ottimizzazione dei processi, la standardizzazione della domanda, l'elaborazione di strategie di gara innovative e la razionalizzazione della spesa per beni e servizi delle Pubbliche Amministrazioni.

La piattaforma S.TEL.LA., operativa da Ottobre 2019, si pone l'obiettivo di diventare "hub" di riferimento per gli appalti di beni e servizi per tutti gli Enti regionali, in primis gli Enti del Servizio Sanitario Regionale.

S.TEL.LA. attualmente è in grado di gestire:

  • tutte le tipologie di gara (procedure aperte, procedure negoziate, appalti specifici su Sistemi Dinamici di Acquisizione, Richieste di Offerta sul mercato elettronico, ecc.);
  • tutte le modalità di aggiudicazione (prezzo più basso, qualità/prezzo con qualsiasi modalità di attribuzione del punteggio tecnico ed economico); 
  • monitoraggio dell'avanzamento dei procedimenti di gara;
  • possibilità di inversione procedurale;
  • sedute pubbliche in modalità virtuale;
  • gestione del Documento di Gara Unico Europeo (DGUE);
  • richieste di accesso agli atti.
  • utilizzo in piena autonomia da parte delle Pubbliche Amministrazioni utilizzatrici

Il Sistema è stato inoltre arricchito con il rilascio di nuovi moduli funzionali quali:

  • Mercato Elettronico (M.E.) della Regione Lazio per le macro-classi merceologiche di Forniture, Servizi e Dispositivi Medici quale Albo Fornitori centralizzato della Regione Lazio;
  • Negozio Elettronico per la creazione di Ordinativi di Fornitura legati alle Convenzioni stipulate;
  • Programmazione degli acquisti e rilevazione dei fabbisogni per programmare e rilevare i fabbisogni di spesa delle Amministrazioni interpellate;
  • Certificazione degli Operatori Economici per il controllo amministrativo degli O.E. partecipanti alle iniziative di gara pubbliche.

Nei prossimi mesi il Sistema sarà arricchito con ulteriori moduli e funzionalità tra cui:

  • integrazione con SPID per l'autenticazione delle imprese per l'accesso ai servizi di e-procurement;
  • Mercato Elettronico per i lavori;
  • aggiornamento dei modelli di offerta per rispondere alla necessità di ottenimento di informazioni fondamentali a seconda dei tipi di procedura espletati;
  • integrazione con il Nodo Smistamento Ordini (NSO). 

 

Approfondimenti:

ACCEDI A S.TEL.LA